Tammurriata

';

Il brano “Tammurriata” è  un genere musicale tradizionale della cultura napoletana. Questa canzone, scritta da Alfonso Baiano, racconta una storia di devozione e gioia che ruota attorno alla figura della Madonna, la Madonnella.

I versi incalzanti e ritmati di “Dint’a sti viche nire” trasmettono un senso di eccitazione e coinvolgimento. L’espressione “nire nire” viene ripetuta per enfatizzare il ritmo travolgente della tammurriata, invitando l’ascoltatore a lasciarsi trasportare dalla musica e a partecipare attivamente.

Il brano inizia con l’invito a seguire la tammurriata e ad abbandonarsi alla frenesia del momento. Le parole “pazziavene e’ criature, e’ Ddio” esprimono la sensazione di estasi e gioia divina che le persone sperimentano mentre ballano e celebrano insieme, come se fossero guidate da Dio stesso.

La canzone continua a esortare le persone a ballare per la Madonnella, chiamando la folla ad unirsi nell’entusiasmo collettivo. La ripetizione di “A TAMMURRIATA, P A’ MADUNNELLA, ‘GGENTE ‘GGENTE, ABBALLAMME” amplifica l’atmosfera festosa e coinvolgente, creando un senso di comunità e condivisione.

Il brano prosegue con l’immagine di persone che, senza fermarsi, chiamano gli altri ad unirsi a loro per onorare la Madonnella. La frase “à madunnella, fermammoce a guardà” suggerisce che di fronte a queste manifestazioni di devozione, ci si ferma ad ammirare e a contemplare le meraviglie che queste creature di Dio, con tanta felicità, portano a Maria.

“Dint’a sti viche nire” è un brano coinvolgente che celebra la spiritualità e la gioia attraverso il potere della musica. Con la sua energia travolgente, la tammurriata invita le persone a unirsi in un’unica voce, a danzare e a condividere l’amore per la Madonnella, diffondendo un messaggio di fede e di festa

Share: